BMW M3 E92 – La prova su strada della V8 da 420 cv

Quella gobba sul cofano vista da dietro il parabrezza, con quel frastuono di terminali senza il soffocamento delle penultime pance, mi costringe a sparare benzina in camera di scoppio senza civiltà.

Forse questa è la M3 di cui si sente meno parlare, probabilmente perché è la più pesante e (a mio insignificante gusto personale) la meno riuscita esteticamente. Di più rispetto a tutte le altre però ha la “ciccia” tra le ruote anteriori. Otto cilindri belli larghi che spremono 420 cv grazie agli uomini di Landshut (braccio armato BMW per la Formula Uno).

Non una cosa molto inerente al voto di dinamicità che gli uomini della M hanno sempre fatto con la Serie 3, almeno così può sembrare. Quando l’hanno lanciata fu introdotta come baluardo della leggerezza, ma poi guardando la scheda tecnica si leggeva 1655 kg. Dunque, cosa volevano fare? Si comporta come una M3?

Tanti si chiedono perché insomma questo bel V8 4.0 da 8.300 giri con una valvola a farfalla per cilindro. Chi non sa può credere che il propulsore successivo alla E46 (6 cilindri 3.2 cc) sia più pesante ma in realtà è più leggero di 15 kg. Poi c’è la questione DTM: il motore da utilizzare in gara era proprio un 4.0 V8 (che in versione gara sviluppava 480 cv) e qui si capisce un po’ tutto. Per chi vuole un’ulteriore approfondimento si può considerare il fatto che il motore deriva direttamente dalle esperienze in Formula Uno, infatti l’otto a V della E92 nasce da una costola del V10 montato sulla M5 (togliendo due cilindri e mantenendo l’angolo di 90 gradi).

Con il cambio DKG in prova lo zero/cento è coperto in soli 4,6 secondi. Ascoltate il suono del motore subito dopo le cambiate, come disse qualcuno “va a palla in un attimo“. Un motore che pesa solo 202 kg fa arrabbiare per non avere la leggerezza del restante corpo vettura, pensate cosa avrebbe potuto fare con 200 kg in meno. Ah già, lo hanno fatto: si chiama GTS ed è una bomba.

di Davide Cironi

Alesaggio 92 e corsa 75,2 mm
Cilindrata 3.999
Potenza 420 cv (309 Kw)
Coppia massima 40,8 kgm a 3.900 giri

Avantreno Mc Pherson, retrotreno a due bracci longitudinali supplementari
Dischi freno autoventilanti forati e pinze flottanti (anteriori da 360mm e posteriori da 350 mm) in ghisa grigia accoppiati a tazze di alluminio attraverso spinotti in acciaio inox

Consumi
5.8 km/litro in città
7.6 km/litro in autostrada
7.4 km/litro medio

Dimensioni
Lunghezza 461,5 (il coupé normale misura 458 mm)
Larghezza posteriore 180,4 (il coupé normale misura 178,2 mm)
Altezza 141,8
Passo 276,1

Condividi !