Lamborghini sotto le ali di Porsche, fine era Audi?

Lamborghini si allontana da Audi e si avvicina a Porsche

Importante cambiamento nel Gruppo Volkswagen con la nomina del nuovo Amministratore Delegato Herbert Diess, che annuncia una radicale riorganizzazione dei marchi dopo la bufera Dieselgate che ha catapultato il colosso tedesco nel momento più difficile della sua storia moderna.

Le dinastie Porsche e Piech hanno dunque deciso di cambiare le carte in tavola a favore di una maggiore efficienza interna: Audi sarà sola nella divisione nominata “Premium“, dunque sarà distante da Lamborghini, che controllava dai tempi della prima Gallardo.

Nella divisione “Volume” saranno riunite Volkswagen, Skoda e Seat, continuando sulla stessa strada degli ultimi anni, con massiccia condivisione di risorse e tecnologia.

Lamborghini viene dunque allontanata dalla lunga ala di Audi e viene spostata sotto quella di Porsche, nel gruppo “Super Premium” insieme a Bugatti e Bentley. D’ora in avanti il Gruppo gestirà questi brand diversamente da come siamo stati abituati a veder fare negli ultimi decenni.

L’avvicinamento della casa Bolognese a Porsche era avvenuto già a livello stilistico con l’arrivo del Designer ex Porsche Mitja Borkert, responsabile di un piacevole ritorno alle linee storiche del marchio del Toro, solito arrivare a lavoro con una stupenda 991 GT3 in livrea Martini Racing.

I volumi di vendita che Porsche ha registrato nel 2017 sono maggiori di quanto fatto da Bugatti, Bentley e Lamborghini insieme nello stesso anno. Questo rassicura alcuni e preoccupa altri, ma certamente si prospetta per noi appassionati un’era molto differente. Sarà un bene per Lamborghini?

di Drive Experience

TUTTI I LIBRI DELLA COLLANA DRIVE EXPERIENCE SONO QUI!

 

Condividi !