VIDEO TEST: Alfa Romeo Stelvio (Turbobenzina 280cv Q4)

ALFA ROMEO STELVIO Q4

Su questi bestioni tutti si sentono comodi e a loro agio. Io mi sento disorientato e fuori dall’acquario date le mie pessime abitudini quanto ad altezza da terra, appoggio fondoschiena, visibilità precaria e mal di schiena annesso. Insomma, sto più comodo in un sedile a guscio duro come il marmo, stretto da un roll-bar possibilmente.

A parte gli scherzi, la macchina è interessante per almeno 3 ragioni:

1 – Un marchio molto importante in passato si è risollevato proprio grazie ad un SUV di rottura, superiore agli altri che ha portato in cassa un bel fiume di soldi. Da quei soldi sono nate robe tipo la Carrera GT o la GT3 RS. Quindi, se tanto mi da tanto, dovremmo tifare perché comprino lo Stelvio in tantissimi, facendo poi contenti noi alla prossima con una bella coupettona V6 senza compromessi (e sì, anche una versione track-oriented; RS, Club Sport, GTA, chiamiamola come vogliamo).

2 – Gira voce tra i corridoi degli addetti ai lavori che questo “Giulione rialzato” sia dinamicamente una o due spanne sopra tutta la sua categoria. Persone di fiducia mi hanno fatto capire che sarebbe stato meglio non salirci con il mio lecito scetticismo. Devo anche ammettere che lo trovo di linee più armoniche rispetto alla Giulia. Mi fa ben sperare per le prossime.

3 – Alfa Romeo offriva open-bar con dance anni ’90 e a fine serata ho messo i progettisti e designer a fare i compiti sul bancone del Kulm Country Club (vedi foto). Io ho regalato al capo designer uno schizzo di come vorrei la ipotetica 6C o GTV6, non si sa mai.

Tutto il resto ve lo spiego nel video della prova su strada…

Davide Cironi

SCHEDA TECNICA:

Cilindrata: 1995
Cilindri e disposizione: 4 in linea
Potenza: 280 cv @5.250 giri
Coppia massima: 400 Nm/2.250 giri
Distribuzione: 4 valvole per cilindro
Cambio: 8 rapporti (paddles) + retromarcia
Trazione: Integrale

Velocità massima: 230 km/h
Accelerazione 0-100 km/h: 5,7 secondi
Consumo medio: 14,3 km/l

Lunghezza/larghezza/altezza cm: 469/190/167
Passo cm: 282
Peso in ordine di marcia kg: 1660
Capacità bagagliaio litri: 525/n.d.
Pneumatici (di serie): 235/60 R18

Condividi !
  • Antonio Montone

    beh…se ma Alfa Romeo doveva produrre una cosa del genere…nn si poteva sognare niente di meglio…e poi credo che sia pure giunto il momento che la Ferrari si sdebiti con mamma Alfa Romeo…senza dimenticare la nonna in Boxer che ha spaccato!!! ahahahahahah

  • Alessandro Iannuzzo

    Ciao Davide, ti seguo da anni complimenti, volevo chiederti…. ma la GLA AMG ? 62k e non la menzioniamo nemmeno? diverse riviste estere l”hanno provata e confrontata addirittura con il Macan ! Ciao

    • Antonio Montone

      Penso abbia risposto sopra!

  • Icaro Tinti

    Caro Davide, ti ho seguito dallo speciale sulla Panda Van. Grande uomo, adesso mi metti un po’ in difficoltà. Capisco che la 100 ottani costa e che questo è il tuo lavoro, ma torna a somigliare di più al Cironi che ti ha portato fin qua. Il primo allarme fu con omniauto.it, ora un SUV.
    pausa. aiuto. Ma prova il Lamborghini LM002 prima!! Facci sognare cavolo!! (a trovarlo). certo se ti capita prova pure lo Stelvio, ma come puoi parlarne cosi??? Se 7 anni fa ti avessero chiamato a provare la nuova Brera 1750tbi non ne sarebbe uscito un servizio come quello che hai fatto. Per me in quella prova ti sbagliavi, ma ragionavi 90 cuore e 10 futuro. Per me in questa prova sbagli a parlare così bene dello Stelvio, sarà una gran bella macchina per chi sa guidare nella media, ma ho l’impressione che parli per fare il pelo alle porte che si sono aperte per stare lì. Capisco, capisco tutto. Allora metti il sedere anche sul Jaguar F Pace o il Macan. Non mi diventare quattroruote online. Torna il vecchio Cironi delle bare anni 80, altrimenti dovrò pensare che non vedremo più la replica countach ma ci farai lo speciale sulla Nuova Mito turbo 150cv… a Gpl… ad Aspen, dormendo pochissimo.
    Ps mi sbaglio o dopo il sito la produzione di servizi si è dimezzata?
    Magari mi sbaglio, speriamo. Leggero il tuo libro, aspettando di capire dove vuoi andare.

    • Davide Cironi

      Allora, andiamo per gradi:

      1 – La Brera dallo Stelvio prenderebbe dei secondi sul giro da andare a nascondersi.. La cruda realtà è questa. Se dico una cosa è perché la penso, essendo arrivato ormai oltre il necessario per farsi ascoltare dalle case non ho più bisogno di allisciare nessuno. Se mi danno un’auto e insistono perché io la provi vanno incontro alle mie impressioni vere e reali. Lo Stelvio non è una F-Pace nè una Macan (dinamicamente migliore di entrambe) e ha la sua importanza per me perché potrebbe essere la chiave per mettere in cassa soldi utili a costruire sportive sempre migliori (la coupettona V6 per esempio). Le porte a cui ti riferisci le ho aperte gia da anni con Alfa romeo, e non ho bisogno di dire fesserie per tenerle aperte..

      2 – Il vecchio Cironi delle bare anni ’80, ma scherzi? Da poche settimane è uscita la Mini De Tomaso Turbo, che ha anche fatto meno visualizzazioni dello Stelvio.. Non mancheranno mai queste auto qui. Non capisco tutta questa ansia generale che io mi venda o che cambi rotta.. Se dovesse succedere andrei a fare il pilota a tempo pieno o il collaudatore, non continuerei sulla strada dell’informazione che è una rogna infinita e si guadagna la metà.

      3 – Dopo il sito e dopo tanti altri progetti che tengo ad avviare la produzione si è rallentata, ma è solo un prendere la rincorsa verso una struttura più solida che mi darà la libertà di lavorare come dico io, senza mai bisogno di scendere a compromessi. Io non posso accettare le offerte e le lusinghe che accettano testate da te citate qui sopra, non vado a provare le Dacia o le Kia per un assegno a 4 cifre, proprio per questo dovreste stare buoni e farci lavorare in pace, senza darci subito addosso per qualunque scemenza. Sopratutto dato che vi arriva a casa un prodotto completamente gratuito da 4 anni.

      4 – Si ti sbagli, dal libro non capirai dove voglio andare perché l’ho scritto 7 anni fa… Ti basterà avere un po’ più di fiducia non pensando necessariamente che chiunque mette in piedi due numeri debba per forza vendersi o snaturarsi. Continua a seguirci nei prossimi mesi e vedrai che la strada è sempre quella di quando abbiamo iniziato questo percorso!