Rocambolesca vittoria al debutto per G.Torelli nel Mini Challenge a Imola

DriveExperience.it vi darà la possibilità di leggere il racconto gara per gara di Gabriele Torelli, pilota del Mini Challenge che il nostro magazine sponsorizza per la stagione 2018, vincitore al debutto dopo una serie di imprevisti che lo hanno spinto a rimontare da una situazione difficile. Di seguito il resoconto del pilota arcetano (n.d.r.).

Weekend di Imola con il bicchiere mezzo pieno. Mezzo pieno perché l’inizio campionato è stato ottimo, considerando tutti problemi che abbiamo avuto nelle prove libere (noie tecniche di origine elettronica hanno limitato la potenza della mia Mini Challenge tra i 4.000 e 5.000 giri). Solo pochi giri fatti nelle prove libere e un paio in qualifica per fare il secondo tempo, quindi il feeling con la macchina non era ancora al 100%. Gara 1 poi, è stata un capitolo a parte.

Stavo rompendo un semiasse nel giro di formazione uscito dal box auto per allinearmi in griglia e alle Acque Minerali si stava staccando un semiasse. Costretto a partire dei box la rabbia era alle stelle. Lasciare la seconda casella in griglia è stato frustrante ma l’adrenalina che avevo accumulato mi ha dato la forza e la grinta per rimontare da ventunesimo a sesto assoluto a suon di sorpassi. Penso di non aver mai fatto una curva su tutte e quattro le ruote.

La griglia invertita dei primi otto ha fatto sì che partissi terzo per gara due. Tutt’altro scenario, dopo la disperazione del team a fine Gara 1, ero incattivito; ho preso il comando dopo la prima curva a causa di un contatto dei primi due e non l’ho più lasciata. Ho fatto una gara di giri veloci, sembrava veramente una qualifica. Vittoria con il coltello tra i denti.

 

Ogni giro c’era un margine di due/tre decimi. La macchina è stata portata davvero al limite (non in questo onboard), sia di usure che di telaio! Più di così non ne avevo, ero concentrato e determinato a portare a casa la prima vittoria. Il team ha lavorato bene, si è dato tanto da fare e quindi la vittoria è anche merito loro. Archiviata Imola, la Mini Challenge va al Paul Ricard, dove, presentandomi secondo in campionato, sarà fondamentale riuscire ad ottenere altri risultati simili.

di Gabriele Torelli

 

TUTTE LE T-SHIRT UFFICIALI IN VENDITA QUI!

ACQUISTA IL LIBRO DI GIAN LUIGI PICCHI SU AUTODELTA